incontinenti 1 ok.jpg

INCONTINENTI

Una scultura ready-made sull'incontinenza rabbiosa dei popoli e delle nazioni, incontinenza che non trova freni a costo di scatenare guerre e conflitti. Il pannolino cerca di contenere queste incontinenze. L'opera ha partecipato a una mostra e ha ricevuto la menzione d'onore.

 
progetto per una frattura completo.jpg

PROGETTO PER UNA FRATTURA

Reale gesso anatomico + boccetta profumo + collage + molla + cordini + glitter

Il progetto per una frattura è un invito alla lungimiranza, alla programmazione, alla progettazione.
Oggi sembra che la società moderna sia programmata e ordinata secondo un progetto ma, in realtà, se si osserva bene, ci si accorge che si tratta dell’esatto contrario.
La disarmonia di pensiero, (filosofico, politico, sociale, ecc. ), la brutalità di taluni interventi architettonici e paesaggistici, la confusione regnante ai massimi livelli e la scarsa considerazione che l’uomo ha per il pianeta che abita, lasciano pensare che architetti, artisti o ingegneri non siano abbastanza qualificati per gestire il vivere civile; o perlomeno, che il loro lavoro sia mal utilizzato.
La mancanza di effettiva progettualità in favore della natura e dell’uomo stesso conduce alla autodistruzione.
In un paese come l’Italia in cui la grande progettualità rimane solo a livello teorico (ma poi, alla fine, la teoria non corrisponde mai alla realtà: vedi caso Expo, metropolitane romane ecc.), si rende quindi necessario un progetto che sani queste “fratture” tra uomo e mondo, tra uomo e natura, tra uomo e uomo stesso.
Se ci si mettesse a pensare a come guarire una ferita di là da venire, intuendo il pericolo del trascurare la medesima, ci troveremmo di fronte a menti illuminate.
Così illuminate da riuscire a preoccuparsi, non solo di guarire la ferita, ma anche di rendere visivamente il tutto più gradevole e magari anche più profumato.
Non si nasconde la ferita, ma si previene il danno, e se non si riesce ad evitarlo, lo si cura e ce ne si occupa con maggiore attenzione.
L’opera basa se stessa sull’idea di (mancanza) di progettualità, concetto chiave per pianificare qualsiasi operazione umana. La boccetta di profumo all’interno di un groviglio di fili è simbolica per rappresentare il concetto di bellezza che, in Italia, non dovrebbe mancare mai.
I fili e legacci cercano di rattoppare i danni della mancata progettualità, tenendo insieme i pezzi di una nazione piuttosto sgangherata.
La mappa strappata che ricopre l’esterno del gesso rappresenta l’Italia con confini geografici antichi, come a rappresentare per l’ennesima volta il cambiamento a cui da secoli è stata sottoposta e al quale non è stata capace di adeguarsi in modo da garantire il benessere alla sua stessa popolazione. L'unificazione dell'Italia non è mai avvenuta, come anche molti progetti sono stati abbandonati.
Da qui, il progetto per una frattura inteso in senso, anche, provocatorio.
Ovviamente nessuno si augura, ipoteticamente, di fratturarsi un braccio ma tutti fanno in modo di evitare l’evento.
La mia opera scatta una foto sul prima e anche sul dopo l’evento, lasciando intatto il desiderio di ricerca di bellezza.

 
piede.JPG

PEDILUVIO

Calco in gesso + ombrello

Dovevo partecipare a una mostra di scultura e, avendo pochissimo tempo, decisi di usare materiali già pronti e di assemblarli in modo che avessero senso. L'ombrello conficcato nel piede genera un pediluvio, se è chiuso. Se è aperto, non genera nulla. Cosa significhi davvero questa opera non lo so, è uno di quei lavori nati da una intuizione scherzosa.

 
lunapiattisti ok.jpg

IL TRIONFO DELLA SCIENZA: I LUNAPIATTISTI

Pittoscultura in legno + tela dipinta ad acrilico + personaggi in gomma + collage

Stando ad alcune nuove e bizzarre teorie, l’uomo non sarebbe mai sbarcato sulla luna; sempre stando alle stesse teorie, la terra sarebbe piatta.
Se tanto mi dà tanto, allora, anche la luna è piatta.
Ci sono quindi i terrapiattisti che credono che la terra non sia sferica e, allo stesso modo, devono necessariamente esistere i lunapiattisti.
Sono esserini simili a mostriciattoli che si riuniscono in comunità e aderiscono alla teoria di piattismo. Sono sono come gli essere umani, si sentono diversi e superiori.
Vivono su una luna piatta e basculante che però non li fa mai cadere, perché vi sono incollati. Non c’entra la forza di gravità, tanto la Luna è piatta e nessuno può cadere.
Sotto la luna vi è una Terra, altrettanto piatta ma con confini geopolitici relativi all’antichità, a simboleggiare che i lunapiattisti ignorano completamente la storia.
Perché, se la considerassero, avrebbero preso coscienza del lavoro di migliaia di illustri scienziati che, nei secoli, hanno fatto scoperte che ancora oggi sono indispensabili al progredire (o al regredire, a seconda dell’uso) dell’umanità.

 
scalpo d'artista 3.JPG

SCALPO D'ARTISTA

Capelli tagliati e invasettati

L'artista vuole fermare il tempo per ritrovare se stesso, tra qualche anno, come si vedeva oggi. Ai suoi occhi di vecchio, come apparirà l'ex giovane se stesso?

 

VASO SANGUIGNO

Ceramica + olio su tela

Quest’opera, nata fortuitamente dalla rottura accidentale di un vaso, vuole riflettere sulla (inimmaginabile) pericolosità che gli oggetti più innocui possono avere.
Un vaso, intatto, può diventare uno strumento di morte se scagliato addosso a qualcuno o, se rotto, può ferire (da qui: sanguigno).
Lo stesso discorso si può applicare a qualsiasi altro oggetto ma si può anche fare con le parole che, come il vaso, possono diventare delle armi improprie.
E, di nuovo, il vaso, in qualunque condizione si trovi, può diventare anche un’opera d’arte, persino, udite udite, intatto!

Vaso sanguigno 4.jpg
 
oro-logio.JPG

ORO-LOGIO - IL TEMPO È PREZIOSO

Orologio + acrilico

Quest’opera, riciclando un orologio rotto, vuole riflettere sul valore del tempo. Ricoperto d’oro, esso simboleggia la preziosità del tempo e ai punti ora ci sono i simboli di alcune valute. La colatura simboleggia il tempo che viene perso e la difficoltà nel controllare tempo a disposizione e tempo perso. Talvolta è perso anche il tempo che si ritiene bene impiegato.

 

Modulo di iscrizione

  • Facebook

©2019 by Marco Ponzi Artista. Proudly created with Wix.com